regia di Claudia Vavassori

SOGGETTO

Un viaggio nel cuore del Senegal, alla scoperta di territori e confini invisibili.
NGUITH, un piccolo villaggio nella provincia di Linguère dove l’emigrazione è diventata una strategia comunitaria di sopravvivenza. Qui nasce il progetto di ARCS, SOUFF – Terra che contribuisce alla creazione di un modello di agrosistema creando le basi per un concreto cambiamento, con l’obiettivo di combattere l’esodo rurale e migliorare le condizioni di vita della popolazione di Linguère.
L’emigrazione verso l’Europa, passata e odierna, due generazioni a confronto: obiettivi e speranze, ostacoli e conquiste che i padri africani, dei figli di oggi, hanno voluto regalare alle future generazioni.
In questo panorama il teatro assume il ruolo di ponte tra il progetto SOUFF e la comunità.
La realtà artistica dell’associazione senegalese Takku Ligey e il Teatro dei Venti di Modena sensibilizzano i giovani grazie alla condivisione delle differenti pratiche teatrali: la sinergia che si crea attraverso lo scambio di tradizioni e culture ci fa capire quanto la diversità sia sinonimo di crescita.

PROTAGONISTI

Mbacke Gadji
scrittore e abitante di Nguith

Touty Coundoul
referente Italia-Senegal progetto SOUFF

Khady Baba Coundoul
coltivatrice di Nguith

Calogero Messina
coordinatore espatriato progetto SOUFF

Stefano Tè
direttore artistico Teatro dei Venti

Mbaye Babacar Ndiaye
direttore artistico Associazione Takku Ligey Diol Kadd e responsabile Turismo progetto 3T

PRODUZIONE

  • Anno di produzione: 2018
  • Durata: 52 min
  • Tipologia: documentario
  • Paese: Italia
  • Produzione: Fondazione Cassa di Rispario di Modena, Arci Modena e Humareels
  • Regia e Fotografia: Claudia Vavassori
  • Montaggio: Mattia Biancucci
  • Musiche originali: Lorenzo Nada (Godblesscomputers)
  • Suono: Alessio Festuccia
  • Color Correction: Simone Gambelli
  • Grafiche: Tommaso Giordani

UN PROGETTO FINANZIATO DA

PARTNER
      

PARTNER LOCALI

CO-PRODOTTO DA